Lo sviluppo delle legal tech nel 2021

di

Federica Gaetani

6.5.2021

5

minuti di lettura

Negli ultimi mesi la tecnologia è entrata con prepotenza nel nostro quotidiano e anche chi non era propenso alla sua adozione si è dovuto adattare alla nuova situazione, e anche una volta finita questa emergenza, le persone non torneranno più indietro.

Assisteremo ad un’accelerazione tecnologica mai avvenuta prima, e nei prossimi dieci anni il mondo del lavoro cambierà più che negli ultimi 50 anni. 

Il cambiamento per il momento non è ancora disruptive ma la tecnologia sta entrando con forza nel mondo delle professioni e consentirà di fare molto di più e ancora meglio per i clienti. 

I dati confermano queste tendenze, il biennio 2019-2020 è stato un periodo record per gli investimenti globali nel legal tech. L’industria della tecnologia del diritto ha raccolto capitali per oltre un miliardo di dollari a livello globale. Un segnale importante. La conferma di un processo di trasformazione in corso all’interno del mercato dei servizi legali. Una tendenza alimentata dalla crescente richiesta di efficienza da parte dei clienti che chiedono ai loro consulenti legali un’assistenza efficace a prezzi contenuti. 

E il 2021? L’emergenza coronavirus sembra avere avuto un impatto sul mercato. Ma a ben guardare si tratta di un fenomeno dalle dimensioni ancora contenute e tutt’altro che capace di poter far presagire un anno di rallentamento del settore. 

E il 2021? L’emergenza coronavirus sembra avere avuto un impatto sul mercato. Ma a ben guardare si tratta di un fenomeno dalle dimensioni ancora contenute e tutt’altro che capace di poter far presagire un anno di rallentamento del settore. 

Come si colloca l’Italia in questo scenario? Nel nostro paese sono presenti circa una quarantina di start up legal tech.  Si tratta, nella stragrande maggioranza dei casi di iniziative imprenditoriali a livello embrionale. Il 46% di questo insieme di realtà è rappresentato da semplici progetti.  Le start up sono il 36%. 

Le aree di attività in cui sono maggiormente concentrate queste micro aziende sono trust services, reg tech, ip protection, legal management, gdpr, blockchain ecc.
La prima legal tech italiana è stata Iubenda, il cui prodotto è concepito per generare privacy e cookies policy in maniera semplice e a costi accessibili. In particolare, la start up è stata anche una delle prime, e ad oggi ancora poche, realtà a essere state in grado di attirare l’attenzione di venture capital nel nostro Paese.

Chi latita, tra i supporter delle prime legal tech italiane sono gli studi legali. Contrariamente a quanto si osserva all’estero da noi sono ancora pochi gli avvocati che decidono di scommettere su questo tipo di progetti/prodotti. 

Un nuovo trend che si affaccia è quello dei fondi di venture capital con attenzione particolare al settore legal, essendo in fase di crescita rappresenta un’opportunità d’investimento interessante.

L’età dell’innovazione corrisponde a una stagione di rivolgimento in cui è il mercato a guidare l’evoluzione del settore legale spingendo gli operatori a organizzarsi in modo nuovo; a declinare la propria attività in chiave di servizio e di prodotto; a esplorare nuove frontiere aprendosi alla tecnologia; Tutto nel tentativo di dare vita a un processo all’interno del quale le idee vengono trasformate in soluzioni che creano valore per i clienti. 

Se il settore legale tradizionale rimarrà invece arroccato nella propria visione difensiva, il rischio, è quello di essere scavalcati da nuove figure professionali, ossia providers in grado di integrare legal, business e tech, e capaci di dare risposte di efficienza (oltre che di competenza giuridica) ai propri clienti.

Inserito in questo contesto, l’impatto dell’emergenza coronavirus sembra destinata a non far altro che accelerare il trend registrato tra il 2018 e 2019 contribuendo, quindi, a cambiare il volto della professione.

Le aree in cui il legal tech è attualmente sviluppato sono:

  • MANAGEMENT DELLO STUDIO LEGALE: è l’ambito in cui le law tech offrono sistemi gestionali avanzati agli studi legali;
  • MANAGEMENT ED ESECUZIONE DELLA PRACTICE: sono i gestionali che includono applicazioni per la gestione delle pratiche;
  • ESECUZIONE DELLA PRACTICE: sono piattaforme e software che supportano gli avvocati nello svolgimento delle proprie operazioni specifiche;
  • SERVIZI LEGALI AL MERCATO: le piattaforme che fanno delivery services, o sotto forma di documenti o come marketplace o come consulenza. 

In ogni macrocategoria, le law tech possono essere ulteriormente suddivise in relazione alle task specifiche.


Vediamo nel dettaglio quali benefici può portare l’utilizzo dell’Ai nel settore legale:

Risparmio di tempo

Il più grande e ovvio vantaggio per le applicazioni di IA è il risparmio di tempo. I sistemi informatici possono analizzare più informazioni, più approfonditamente di quanto possano fare gli esseri umani, in una piccolissima frazione del tempo.

Ovviamente, questi risparmi di tempo possono tradursi in risparmi monetari, poiché per gli avvocati è necessario meno tempo per trovare le risposte e identificare gli errori. Questi risparmi possono compensare rapidamente il costo delle nuove tecnologie e, in seguito, possono essere trasferiti ai clienti.

Produzione di un lavoro di qualità superiore

Il lavoro prodotto da un software intelligente - che non si stanca, non si annoia e non si distrae - può essere veramente privo di errori. Attraverso il confronto dei documenti e l'apprendimento automatico, software come gli strumenti di confronto dei contratti possono identificare le clausole o le condizioni mancanti, la terminologia usata in modo incoerente o i termini non definiti, sia all'interno di un singolo documento che attraverso un pool di documenti simili.

Migliorare la struttura organizzativa e logica dei documenti

Grazie al confronto automatico di numerosi dati, gli avvocati possono individuare più rapidamente buchi o lacune nei loro documenti e persino nelle loro analisi legali. Ad esempio, i programmi di analisi dei contratti possono identificare i termini o le definizioni mancanti nei tipi di contratti conosciuti. 

Le conseguenze di questo miglioramento delle procedure lavorative riversano i loro benefici sul lavoro dell’avvocato, la tecnologia libera il tempo e l'energia mentale degli avvocati per un lavoro di livello superiore. Questo aumenta la creatività, consentendo agli avvocati di aggiungere un valore aggiunto unico e di concentrarsi completamente sul lavoro che i computer non possono svolgere. 

La revisione dei documenti, la correzione delle bozze e la ricerca legale possono rappresentare un lavoro noioso e stordente, l’utilizzo dei software per la prima parte del lavoro riduce al minimo il tempo che gli avvocati devono dedicare ad attività preliminari o di basso livello. Questo permette agli avvocati di immergersi nell'analisi creativa e intellettuale che sono addestrati a fare e che i computer non possono replicare, per quanto intelligenti. 

In breve, l'impiego di una soluzione di IA può creare uno slancio positivo in tutto lo studio legale. Quando gli avvocati si fidano del software di IA, possono rilassarsi e lasciare che i computer si occupino dei dettagli monotoni. È anche più probabile che abbiano il tempo (e la pazienza) necessario per consigliare a fondo i loro clienti e consigliare i loro subordinati. Tutto questo si traduce in un ambiente di lavoro migliore per tutti.

I principali ostacoli per lo sviluppo di queste innovazioni si rinvengono proprio nel mercato di riferimento, quello legale. Mercato ancora “troppo diffidente”, con Ordini forensi spesso poco inclini ad essere promotori di questo cambiamento. La professione legale non è stata generalmente rapida nell’abbracciare l’innovazione e i cambiamenti che questa comporta, ma è ormai impossibile evitare quest’ondata di tecnologia.

Il fatto che ci sia ancora tanto da fare, in Italia ma anche in Europa, rappresenta un incredibile opportunità sia da parte della domanda che dell’offerta, è il momento di chiedersi se si vuol far parte dello studio giuridico del futuro rendendo i processi interni più efficaci e potendo offrire prodotti più snelli e customizzabili.

Iscriviti alla newsletter

Unisciti alle menti principali della tecnologia legale e ricevi mensilmente le ultime notizie e gli aggiornamenti su legge, tecnologia legale, intelligenza artificiale e molto altro.

Grazie! La tua richiesta è stata ricevuta!
Oops! Something went wrong while submitting the form.